Educazione allo Sviluppo

Interventi di educazione alla mondialità, all’intercultura, alla pace e al rispetto dell’ambiente attraverso percorsi educativi nelle scuole di ogni ordine e grado, gruppi giovanili, parrocchie, associazioni, e con eventi, conferenze, incontri che coinvolgono la cittadinanza.

PERCORSI E LABORATORI DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ATTIVA

Il concetto di Educazione allo sviluppo ha iniziato ad affermarsi alla fine degli anni ’80 per definire e indicare in modo generale le attività generatrici di processi di apprendimento che incoraggino la piena partecipazione di tutti i cittadini allo sradicamento della povertà nel mondo e alla lotta contro l’esclusione. L’educazione allo sviluppo promuove politiche nazionali e internazionali più giuste e sostenibili a livello economico, sociale, ambientale o in materia di diritti umani.

Anche Solidarmondo PN-Aganis è convinta che uno sviluppo sostenibile si basa su un percorso di corresponsabilità, di azioni cooperative con i partner locali che implicano un costante impegno a favore dell’accesso alla conoscenza e ai processi di inclusione e coesione sociale.  Per vincere la povertà, è indispensabile una mobilitazione del “capitale sociale”, cioè dell’insieme dei saperi e delle conoscenze che sono fondamentali per disegnare un futuro più sostenibile per tutti.

Protagonista in questo processo diventa quindi anche la scuola che può contribuire a sviluppare le competenze e le conoscenze necessarie ad uno sviluppo sostenibile, nonché creare quelle condizioni che consentono agli allievi di comprendere l’importanza e il significato dello sviluppo sostenibile. Gli allievi imparano sia ad individuare la loro corresponsabilità sia ad elaborare quegli strumenti che permettono la loro partecipazione attiva e costruttiva nei processi di negoziazione e di organizzazione di una società.

Le proposte educative, differenziate in base all’età dei partecipanti, utilizzano tecniche di partecipazione attiva e favoriscono una riflessione sui seguenti temi:

  • Educare ai rapporti
  • Mondialità e intercultura
  • Diritti per tutti
  • Solidarietà e volontariato
  • Sviluppo sostenibile e stili di vita solidali


AREA TEMATICA e TITOLO DEL PERCORSO

DESTINATARI

Educare ai rapporti  
Alla scoperta della diversità Scuola dell’infanzia
Mi fido di te Scuola Primaria (classi 1^ e 2^)
Oltre il pregiudizio Scuola Primaria (classi 3^, 4^ e 5^)
Io non vinco, Tu non perdi! Scuola Primaria
Conflitti: problema o risorsa? Scuola secondaria di 1° grado
   
Mondialità e Intercultura  
Lis Aganis: leggenda di donna e di acqua Scuola Primaria
Diverso come me: per un mondo pluriculturale Scuola Primaria
Musica dal mondo Scuola Primaria
Testimoni del mondo Scuola secondaria di 1° grado
Economia mondiale e globalizzazione Scuola secondaria di 1° e 2° grado
Scambi sleali Scuola secondaria di 1° e 2° grado
   
Diritti per tutti  
Uniti per natura Scuola Primaria (Classi 3^, 4^ e 5^)
Il sostegno a distanza per il diritto all’istruzione Scuola Primaria e secondaria di 1°grado
Diritti e Doveri: non c’è libertà senza regole Scuola secondaria di 1°grado
   
Solidarietà e Volontariato  
Io con gli alti: la cooperazione Scuola Primaria
Partecipazione attiva e Volontariato Scuola Primaria (Classi 5^) e Secondaria di 1° e 2° grado
   
Sviluppo sostenibile e stili di vita solidali  
Il viaggio di Lina la Gocciolina Scuola dell’infanzia
Il viaggio del cacao Scuola dell’infanzia
L’acqua bene di tutti Scuola Secondaria di 1° e 2° grado
Impronte sostenibili Scuola secondaria di 1° e 2° grado
Ci piace un Mondo il commercio Equo e solidale: Il viaggio del cacao Scuola Primaria e Secondaria di 1°grado

METODOLOGIE UTILIZZATE

I percorsi sono rivolti a gruppi classe di tutte le scuole di ogni ordine e grado o a gruppi di massimo 30 persone, articolati in:
•  1 incontro con gli insegnanti/educatori per la programmazione delle attività;
•  da 2 a 3 interventi in classe o con il gruppo di 2 ore ciascuno (il numero degli interventi è maggiore per le scuole dell’infanzia in quanto si tende a lavorare con gruppi meno numerosi).

Nei percorsi proposti verrà privilegiata la comunicazione in circle time, per favorire l’espressione di tutti i bambini/ragazzi oltre all’analisi di situazioni quotidiane e degli stili di vita dei ragazzi favorendo l’espressione del gruppo. Particolare attenzione verrà posta dagli operatori al processo, alle dinamiche che si svilupperanno tra i ragazzi.

Verranno proposti giochi di ruolo, simulazioni, attività di gruppo per facilitare il processo di consapevolezza e la comunicazione, stimolare la riflessione e coinvolgere gli studenti nell’elaborazione dei temi proposti.

MATERIALI DIDATTICI

E’ a disposizione di insegnanti/educatori/tirocinanti la Biblioteca de “Il Noce” in via Vittorio Veneto 45/A a Casarsa della Delizia (PN), con una aggiornata raccolta di libri, CD, video sui temi della mondialità, dell’interculturalità e dei diritti dei bambini affrontati nei laboratori. Il catalogo della Biblioteca è consultabile on-line nell’OPAC collettivo di Casarsa della Delizia.

COLLEGAMENTI CON … IL SUD DEL MONDO

Le azioni educative e formative proposte possono essere collegate a programmi di cooperazione internazionale e a progetti di Sostegno a Distanza al fine di realizzare una conoscenza e una valorizzazione reciproca tra i “Nord” e i “Sud” del mondo.

Solidarmondo PN-Aganis offre le seguenti possibilità:

•  promuovere scambi e gemellaggi tra le classi/scuole e i centri di accoglienza nei progetti di solidarietà internazionale;
•  avviare progetti di Sostegno a Distanza individuali e/o comunitari;
•  incontrare partners locali e volontari rientrati dalle comunità del Sud del mondo.

I progetti che sosteniamo sono:

– Progetto “Acqua-Bolivia” a Cochabamba (Bolivia)
– Centro “CAIF” e “Club de Niños Mondo de Paz” a Mandubì (Uruguay)
– Progetto “Sussuarana” scuola di quartiere a San Paolo (Brasile)
– Progetto “Casita de los chicos” centro di accoglienza per bambini a Santa Fè (Argentina)
– Progetto “Ñeque y más ñeque – forza e più forza” centro per bambini e ragazzi a rischio a Quito (Ecuador)
– Progetto “Ahepè” laboratorio tessile a Lomè (Togo)
– Progetto “Ayikoo” diritto all’istruzione nei villaggi a Onwe e Kwamo (Ghana)
– Progetto “Casa Betania” centro di accoglienza per bambini denutriti e malati di AIDS ad Oudtshoorn (Sud Africa)
– Progetto “Dalla strada alla casa” casa per bambine di strada a Barasat (India)
– Progetto “Gezzutimarè – grazie” orfanotrofio a Mong-Lair (Myanmar).

Per la realizzazione dei percorsi didattici, finanziabili anche attraverso fondi regionali o ministeriali, è richiesto un contributo secondo quanto riportato nel seguente prospetto:

Singolo percorso da 4 ore

ore

Euro/ora

Totale contributo

 
Interventi in classe (2X2h) 4 35,00 140,00
Programmazione /coordinamento 1 35,00 35,00
175,00
Spese materiali/amministrat 14,00

Totale Percorso

189,00

Per ulteriori informazioni e materiali, contattateci.

 


Le schede dei percorsi educativi:
– Scheda ACQUA
– Scheda IMPRONTE
– Scheda SCAMBI
– Scheda VOLONTARIATO